NOTIZIE IN BREVE

07-23-2015Burundi_Elections21 LUGLIO

Elezione generale del presidente della Reppublica in Burundi. Il tasso di partecipazione è stato di 73,49%. Il presidente uscente Pierre Nkurunziza ha raccolto 69,41%, seguito dalla coalizione « Amizero y’Uburundi » (Speranza del Burundi) guidata da Agathon Rwasa dell’opposizione: 18,99% delle preferenze.

22 LUGLIO: 26.100.000 DTS ALL’AGRICOLTURA BURUNDESE

IMG-20150723-WA0001La ministra dell’agricoltura Odette Kayitesi  negozia con successo a Roma alla sede della FIDA, un grosso finanziamento per l’agricoltura del Burundi. Nonostante l’appello stridente dei partitini dell’opposizione radicale, che oltre a fare il rumore, non hanno popolo che li segua, le nazioni cominciano a capire che il Burundi vero è fatto da questi milioni di contadini che nutrono il paese, e che in ritorno hanno bisogno di essere ricordati e aiutati.

Congratulazioni alla nostra ministra.

 

23 LUGLIO: RITORNO MASSICIO DEI RIFUGIATI

IMG-20150724-WA0022 IMG-20150724-WA0023

Si stimava a circa 100.000 le persone che erano fuggite nei paesi limitrofi (Rwanda, Tanzania e Repubblica Democratica del Congo)  in seguito alle false alerte di massacri che le radio dell’opposizione radicale avevano propagate nella popolazione, creando il panico. Più della metà erano già rientrati dopo la prima settimana. Dopo l’elezione presidenziale fatta nella pace totale e con una partecipazione sorprendente, gli altri profughi  assaltano i posti di confine per rientrare. Bentornati a casa fratelli.

24 LUGLIO: ELEZIONI SENATORIALI

Venerdì 24 luglio sono stati eletti i membri del senato. Solo i membri dei Consigli Comunali su tutto il territorio si riuniscono e  votano. Ogni Provincia è rappresentato da 2 senatori, 1 dell’etnia tutsi e 1 dell’etnia hutu. A causa del boicottaggio di queste votazioni da parte dei membri dei consigli comunali dell’opposizione, tutti gli eletti si sono ritrovati ad essere del partito  maggioritario, CNDD-FDD.  eccetto 1 , che viene dall’UPRONA.

25 LUGLIO: RECLUTAMENTO DI PROFUGHI PER ATTACARE IL BURUNDI

L’emittente Al-Jazeera ha fatto un reportage nel campo profugo di Mahama in Rwanda, e ha scoperto che molti uomini erano stati reclutati, altri avvicinati per andare a fare parte di una ribellione pronta ad attaccare il Burundi.

Intanto ieri a Makamba nel sud del paese, nella località di Kiderege,  la polizia ha ricuperato 28 fucili dopo una perquisizione di una casa, e ha arrestato i proprietari dell’immobile.

Alcuni giorni fa, erano stati arrestati a Ruyigi e Cankuzo nell’est del Burundi, una quarantina di ribelli armati.

 

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *