IL RWANDA MANDA UNA RIBELLIONE CONTRO IL BURUNDI

Oggi 13 luglio a Bukinanyana, il portavoce del ministero della difesa del Burundi ha dato il bilancio dei combattimenti tra l’esercito del Burundi e il gruppo dei ribelli mandato dal Rwanda venerdì scorso: 31 aggressori uccisi, molti  catturati, dei fucili di marca KEV, dei lanciarazzi, delle casse di munizioni, tre gruppi elettrogeni e diversi oggetti della logistica militare ricuperati.

IMG-20150713-WA0006

In effetti, venerdì scorso,  tra 300 e 500 uomini pesantemente armati avevano  varcato il confine tra il Rwanda e il Burundi e si erano accampati nel comune confinante di Kabarore. La popolazione aveva subito segnalato la presenza degli intrusi alle forze di sicurezza che si erano subito messe in moto, dando inizio ai combattimenti.   Dopo alcune ore, i ribelli sconfitti si erano dispersi nella foresta.IMG-20150713-WA0015

Un altro fronte stava per costituirsi  ad est nel comune di Giteranyi. Ma le armi mandate ai giovani aderenti al movimento FNL di Agathon Rwasa sono state intercettate. Una perquisizione ha fatto scoprire  un importante nascondiglio di armi: in tutto 30 kalashnikov, molti caricatori. E i destinatari sono stati arrestati.

Presunti ribelli fermati:

IMG-20150713-WA0002IMG-20150713-WA0003IMG-20150713-WA0005

 

 

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *